Syqe, l’inalatore cannabico con prescrizione medica

Syqe, l’inalatore cannabico con prescrizione medica

Di: Laura Rueda Attivismo

Le buone notizie continuano ad arrivare dal campo della marijuana medicinale. L’ospedale Ramban di Haifa in Israele ha utilizzato per un anno Syqe con i suoi pazienti. Si tratta di un inalatore cannabico che dosifica la quantità di marijuana a seconda delle necessità di ogni malato. Fino ad oggi conoscevamo l’uso dei vaporizzatori, questo formato invece potrà rivoluzionare il campo dei trattamenti con la cannabis terapeutica.

Il sistema è semplice. Syqe è un dispositivo che include un inalatore con dosificatore, per cui all’aspirare la persona può trarre beneficio di tutte le proprietà medicinali della marijuana. I creatori lo catalogano sulla loro pagina web come il primo inalatore di piante medicinali del mondo, con un grado farmaceutico di dosi selettive. Syque è un prodotto dell’azienda israeliana Syqe Medical e pare che il 2017 sia l’anno della sua commercializzazione attraverso la farmaceutica Teva.

Syqe, l’inalatore cannabico con prescrizione medica

Nel video promozionale raccontano: “Si pensa che la cannabis ed altre sostanze psicoattive siano grandi promesse per la medicina, però non sono ancora considerate come farmaci mainstream perché non rispondono ai canoni della medicina prescrivibile”.

Syqe è rivoluzionario perché offre l’inalazione più avanzata e versatile del suo tipo. Permette che i pazienti possano ottenere la quantità di cannabis loro prescritta per uso terapeutico in maniera dosificata.

Syqe, l’inalatore cannabico con prescrizione medica

Uno dei problemi attuali più comuni per i medici e per i pazienti è la somministrazione della dose giusta della sostanza attiva della pianta. I creatori di Syqe promettono che questo inalatore permetterà ai pazienti di raggiungere l’equilibrio ottimale e desiderato tra il sollievo dei sintomi e la psicoattività della pianta per recuperare la loro qualità di vita. L’inalatore Syqe utilizza la precisione di una dosificazione selettiva di 100 microgrammi e ne permette l’utilizzo con un’applicazione che ne consente la misurazione. Gli studi clinici hanno dimostrato che Syqe è più preciso di altri metodi come l’assunzione orale, la vaporizzata, la oromucosale, ed ovviamente fumata.

La versione ospedaliera di Syqe include un inalatore di cannabis a disposizione del personale sanitario, un’interfaccia speciale perché il personale possa somministrare la dose adeguata ai malati. È diretto ad infermieri ed operatori ed include un dispositivo medico certificato per il suo uso in cliniche del dolore, centri per il trattamento del cancro, unità di cura intensiva, etc. Al momento è disponibile per uso ospedaliero in Israele e l’ospedale Ramban è l’unico al mondo dove è stato utilizzato come trattamento medico regolare.

Syqe, l’inalatore cannabico con prescrizione medica

La tecnologia di questo strumento è composta da metodi patentati di modificazione strutturale di droghe allo stato naturale, cartucce precaricate ed una base di dati clinici vincolati, che servirà a medici, ricercatori e strutture sanitarie. Inoltre include sistemi di controllo termici e di flusso in tempo reale, interfaccia del polmone e connettività senza fili. Le cartucce monouso e biodegradabili di marijuana, fanno si che Syqe abbia un formato piccolo, tale da poter essere  portato in borsa. Oltre al suo uso negli ospedali, una delle novità è la possibilità dell’uso domestico. Adesso manca solo che il Ministero della Sanità d’Israele approvi il progetto.

Syqe, l’inalatore cannabico con prescrizione medica

L’Amministratore Delegato di Teva Israle, Avinoam Sapir, ha dichiarato che Syqe è entrato nel mercato della cannabis medicinale perché, una delle piú importanti aree terapeutiche della loro azienda, ha come obiettivo principale combattere il dolore dei pazienti. Anche se questa notizia è molto positiva, sorgono nuovamente le contraddizioni politiche e legali relative ad ogni paese. Il ministro israeliano dell’agricoltura, Uri Ariel, ha dichiarato che il suo ministero lavorerà per offrire modi di coltivare la pianta ed anche di esportarla, visto che entrambe le attività sono attualmente proibite.

Syqe, l’inalatore cannabico con prescrizione medica

Stando ai suoi creatori, Syqe Medical aspira a trasformare la cannabis ed altri prodotti botanici in farmaci convenzionali. Per raggiungere questi obiettivi l’azienda ha utilizzato tecnologie di avanguardia per più di cinque anni disponendo di uno staff multidisciplinare di ingegneri elettronici, ingegneri meccanici, disegnatori industriali, chimici, biologi, medici e farmacologi.

 

YouTube video

 

Per ora gli studi clinici hanno dimostrato la viabilità di questo prodotto e lo hanno catalogato come un inalatore di prima classe. Syqe Inhaler Exo è già stato valutato in termini di farmacocinetica, precisione della dosificazione, sicurezza, tollerabilità, efficacia e facilità di uso. Ha superato il filtro della scienza, adesso manca solo che superi il filtro della politica e della legalità.l.

Kannabia seed Company vende ai suoi clienti un prodotto da collezione, un souvenir. Non possiamo e non dobbiamo dare consigli sulla coltivazione perché il nostro prodotto non è destinato a tale scopo.

Non siamo responsabili dell’uso illecito che potrebbe essere fatto da parte di terzi delle informazioni qui pubblicate. La coltivazione della cannabis per autoconsumo è un’attività soggetta a determinate restrizioni legali che variano da stato a stato. Si consiglia di rivedere la normativa vigente nel Paese di residenza per evitare di incorrere nello svolgimento di un’attività illecita.

Condividere: