La cannabis medicinale al centro di Cultiva 2016

La cannabis medicinale al centro di Cultiva 2016

Di: Redaccion Attivismo

La novità della nona edizione di Cultiva Hanf-Messe a Vienna è stata il ciclo di incontri sull’uso della cannabis medicinale, realizzato sulla scia dell’interesse globale e crescente per questo argomento.

 

 

YouTube video

 

Tra i partecipanti è doveroso menzionare il medico spagnolo Manuel Guzmán che ha registrato il tutto esaurito – c’è stato anche chi ha deciso di sedersi sul pavimento – per il suo intervento sugli ultimi sviluppi della ricerca sull’azione dei cannabinoidi nella cura del cancro. Nonostante gli studi clinici si basino sull’osservazione di topi “mancano fondi e risorse per la sperimentazione sugli umani” lamenta Guzmán, le conclusioni sono più che speranzose per i pazienti affetti da alcuni tipi di tumore in cocreto.

Diversamente da come accade in altri incontri del settore, realizzati in concomitanza  ad eventi come le fiere, il pubblico austriaco ha partecipato con grande interesse alla maggior parte degli incontri.

Il noto avvocato Gebhard Heinzle, dopo il suo intervento, ha risposto alle domande degli assisenti, suggerendo anche qualche trucco utile: “Se la polizia sospetta del ‘consumo della luce’ – per esempio- la cosa piú importante è negare tutto”.

La cannabis medicinale al centro di Cultiva 2016
Gebhard Heinzle

La sala era colma anche per l’intervento del medico canadese Paul Hornby, grazie alle sue conoscenze enciclopediche sulle varietà di cannabis ed i rispettivi contenuti di THC, CBD e degli altri cannabinoidi. I suoi studi di laboratorio infatti, si centrano sulle ratio e le diverse combinazioni di cannabinoidi.

La cannabis medicinale al centro di Cultiva 2016
Paul Hornby

La fiera si è svolta anche quest’anno nel Pyrammid Center che nei giorni 7,8 e 9 di ottobre ha ospitato un totale di 140 tra aziende ed organizzazioni. Ovviamente la curiosità di quest’anno è stata la vistosa mostra di talee. In Austra è assolutamente legale vendere e comprare talee di piante di marijuana, anche se non è legale farle fiorire.

La cannabis medicinale al centro di Cultiva 2016

Il crescente interesse per l’uso terapeutico dei cannabinoidi è stato dimostrato anche dalla grande presenza di stands con estratti di CBD in vendita. Oltre alle banche di semi ed alle aziende di prodotti per la coltivazione, la fiera ha dedicato molto spazio agli stand di abbigliamento, tessuti e prodotti alimentari realizzati con derivati della canapa.

I più entusiasti assicuravano in conversazioni informali che “la coltivazione della canapa ed il suo uso per la realizzazione di vari prodotti, potrebbero essere la soluzione sostenibile all’attuale crisi medioambientale”.

Kannabia seed Company vende ai suoi clienti un prodotto da collezione, un souvenir. Non possiamo e non dobbiamo dare consigli sulla coltivazione perché il nostro prodotto non è destinato a tale scopo.

Non siamo responsabili dell’uso illecito che potrebbe essere fatto da parte di terzi delle informazioni qui pubblicate. La coltivazione della cannabis per autoconsumo è un’attività soggetta a determinate restrizioni legali che variano da stato a stato. Si consiglia di rivedere la normativa vigente nel Paese di residenza per evitare di incorrere nello svolgimento di un’attività illecita.

Condividere: